POS e Professionisti

POS - Obbligatorio solo per certi professionisti.

I professionisti dal primo gennaio 2014 devono dotarsi di POS. Tutti? Non tutti, ma solo alcuni. Lo ha stabilito il decreto attuativo del MEF che riguarda i sistemi di pagamento elettronico. Questo provvedimento limiterà il numero dei professionisti obbligati da gennaio a dotarsi di sistema POS e ad accettare pagamenti tramite bancomat. Quali Professionisti hanno l'obbligo? Dipende dal fatturato.

POS oltre 200mila euro

Il POS è obbligatorio per fatturati sopra i 200.000 euro. Il decreto attuativo del provvedimento che impone a professionisti e studi professionali di dotarsi di POS a partire dal 1° gennaio 2014 (articolo 15 del DL 179/2012, convertito nella Legge 221/2012) sta per concludere il proprio iter con delle novità nella versione inviata dal Ministero dello Sviluppo Economico alla Banca d’Italia, per un parere. Ci sono nuove regole da rispettare.

 

Novità

Sono state introdotte agevolazioni e limitazioni. Tra queste quella di limitare l’obbligo solo a chi ha prodotto nell’anno precedente oltre 200mila euro di fatturato. Così i professionisti coinvolti verrebbero ridotti nel numero. Questo però almeno fino al 30 giugno 2014.

Importi maggiori di 30 euro - In più, il vincolo di accettare pagamenti elettronici (bancomat, carte di debito…) scatterà solo per i importi superiori ai 30 euro.

Come ci si regola negli altri casi? Si aspetta un prossimo decreto. Per le regole che dovranno seguire dal prossimo anno i professionisti con fatturato inferiore ai 200mila euro sarà necessario attendere un successivo decreto attuativo. Come spesso accade è probabile infine una proroga all’entrata in vigore dell’obbligo di POS, essendo molto difficile che il provvedimento che applica la norma generale possa essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro il 2013. Quindi i professionisti dovranno aspettare.

POS solo per Acquirenti

Uso del Pos obbligatorio solo per gli acquirenti che rientrano nella normativa e non per i venditori che, nei limiti e nelle condizioni imposte dalla legge, a scelta potranno optare anche per altre modalità di pagamento come l'assegno, il contante oppure il bonifico bancario via conto corrente.

La Confcommercio aveva chiarito questo aspetto sottolineando però come per l'entrata in vigore dell'obbligo di Pos presso negozi e studi professionali manchino i necessari decreti attuativi. La Legge che pone l'obbligo è invece la cosiddetta 'Sviluppo Bis", ovverosia quella collegata al Decreto numero 179 del 18 ottobre del 2012. Ora però il decreto c'è. 

L'obbligo di Pos è stato istituito indipendentemente da quello che è il prezzo del bene, del servizio o della prestazione offerta.  Due volte, alla Camera ed al Senato, è stata bocciata una proposta di proroga. Attualmente il limite del fatturato sopra 200.000 euro esclude i piccoli commercianti da un obbligo che comporta nuovi costi, che vanno ad aggiungersi alla forte pressione fiscale.

2014  societa-professionisti.it   globbersthemes joomla templates