Avvocati - Formazione Obbligatoria

Corsi di Formazione per Avvocati - A Quali Iscriversi?

I corsi di formazione per Avvocati possono essere organizzate da enti, associazioni, istituzioni, organismi pubblici, o privati, anche con finalità di lucro. Il Regolamento prevede il rispetto della concorrenza e libertà di scelta dell’iscritto nella scelta del proprio percorso formativo.  Chi approva i corsi? Quanti crediti devo maturare? Quali sono le sanzioni? Cosa sono gli eventi seriali?

Corsi di Formazione - Chi Approva? 

I corsi di formazione e gli “eventi formativi” per Avvocati devono essere approvati da parte del Consiglio nazionale forense o del Consiglio dell’Ordine locale.
Il Consiglio nazionale forense da l'ok quando si tratta di eventi seriali, destinati, cioè, ad essere replicati più volte nello stesso modo in più circondari, o distretti, o da svolgersi all’estero.
Eventi seriali: devono svolgersi in almeno due realtà territoriali, deve mantenere invariato il programma e non modificare, se non marginalmente, i relatori, assicurando uniformità scientifica, qualità e continuità formative. In tutti gli altri casi l’accreditamento dell’iniziativa è di competenza del Consiglio dell’ordine locale dove questa ha svolgimento.
Gli avvocati iscritti possono partecipare a qualsiasi iniziativa sull’intero territorio nazionale o all’estero, organizzata o accreditata dal Consiglio dell’ordine del luogo in cui svolge o dal Consiglio nazionale forense se si tratta di evento seriale. 

Art. 3, comma 1 - Eventi formativi

“Integra assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua la partecipazione effettiva e adeguatamente documentata agli eventi di seguito indicati:
a) corsi di aggiornamento e masters, seminari, convegni, giornate di studio e tavole rotonde, anche se eseguiti con modalità telematiche, purché sia possibile il controllo della partecipazione;
b) commissioni di studio, gruppi di lavoro o commissioni consiliari, istituiti dal Consiglio nazionale forense e dai Consigli dell’ordine, o da organismi nazionali ed internazionali della categoria professionale;
c) altri eventi specificamente individuati dal Consiglio nazionale forense e dai Consigli dell’ordine.”

 Art. 4, comma 1 - Attività formative

“Integra assolvimento degli obblighi di formazione professionale continua anche lo svolgimento delle attività di seguito indicate:
a) relazioni o lezioni negli eventi formativi di cui alle lettere a) e b) dell’art. 3, ovvero nelle scuole forensi o nelle scuole di specializzazione per le professioni legali;
b) pubblicazioni in materia giuridica su riviste specializzate a diffusione o di rilevanza nazionale, anche on line, ovvero pubblicazioni di libri, saggi, monografie o trattati, anche come opere collettanee, su argomenti giuridici;
c) contratti di insegnamento in materie giuridiche stipulati con istituti universitari ed enti equiparati;
d) partecipazione alle commissioni per gli esami di Stato di avvocato, per tutta la durata dell’esame.
e) il compimento di altre attività di studio ed aggiornamento svolte in autonomia nell’ambito della propria organizzazione professionale, che siano state preventivamente autorizzate e riconosciute come tali dal Consiglio nazionale forense o dai Consigli dell’ordine competenti.”

Corsi di Formazione Gratis

I consigli dell'Ordine degli Avvocati prevedono per chi non voglia o non possa fruire di eventi formativi a pagamento, di partecipare agli eventi formativi organizzati gratuitamente dai singoli Consigli dell’Ordine.
Il Consiglio nazionale forense ed i Consigli dell’Ordine territoriali favoriscono la formazione gratuita in misura tale da consentire a ciascun iscritto l’adempimento dell’obbligo formativo, realizzando eventi formativi non onerosi, con il solo recupero delle spese vive sostenute.

 Formazione Avvocati - Quanti Crediti devo Maturare? 

Con delibera 25 febbraio 2011 il Consiglio Nazionale Forense ha determinato in 75 (60 + 15 per deontologia, ordinamento e previdenza forense) il numero dei crediti formativi da maturare nel triennio.

 Quali sono le Sanzioni?

Per gli avvocati la mancata formazione costituisce illecito  disciplinare. Il regolamento per la formazione professionale continua prevede all’art. 6 comma 2 e 3 che il mancato adempimento dell’obbligo formativo e la mancata o infedele certificazione del percorso formativo seguito costituiscono illecito disciplinare. La sanzione è commisurata alla gravità della violazione. “Spetta agli organi disciplinari la potestà di infliggere le sanzioni adeguate e proporzionate alla violazione delle norme deontologiche. Le sanzioni devono essere adeguate alla gravità dei fatti e devono tener conto della reiterazione dei comportamenti nonché delle specifiche circostanze, soggettive e oggettive, che hanno concorso a determinare l’infrazione”. 

Leggi anche:

 

2014  societa-professionisti.it   globbersthemes joomla templates